DREAMERS AT WORK

Storie di passione, amore, coraggio e talento. Una fotografia dei valori e dei sentimenti dei sognatori di oggi. Uno sguardo curioso e aperto, al di là di preconcetti e luoghi comuni…

Venezuela, vittoria del candidato chavista Maduro. Capriles chiede il riconteggio dei voti

maduro1-430x200Nicolas Maduro, delfino di Hugo Chavez e candidato ‘chavista’, ha vinto le elezioni presidenziali in Venezuela con il 50.66% dei voti, contro il 49,07% ottenuto dal candidato oppositore Henrique Capriles. Lo ha annunciato la presidente del Consiglio nazionale elettorale (Cne) Tibisay Lucena.

Poco più di duecentomila voti. E’ questo il vantaggio che, a urne chiuse e risultato ufficiale proclamato, Nicolas Maduro, l’ex ministro degli Esteri indicato da l’ex presidente Hugo Chavezcome suo successore, ha sul suo sfidante, Henrique Capriles, candidato unico dell’opposizione. “Risultato irreversibile” ha sottolineato più volte il Consiglio nazionale elettorale, l’istituto che regola il processo del voto, proclamando Maduro vincitore.

Ma Capriles, secondo un vecchio copione della destra antichavista, ha detto che non ci sta, che non considera “illegittimo il risultato” e chiede che “si ricontino tutte le schede”. Improbabile che un eventuale riconteggio, se gli verrà concesso, cambi il risultato. Se c’è una sola certezza in Venezuela, è che non sono possibili brogli nel sistema di votazioni. C’è una doppia identificazione degli elettori, prima con documento di identità e poi con impronta digitale. C’è unadoppia certificazione del voto, prima emesso elettronicamente e poi inserito nell’urna attraverso uno scontrino cartaceo che certifica la votazione avvenuta. Impossibile votare più volte.

Una vantaggio così sottile però, consegna nelle mani di Maduro un risultato politico difficilissimo da gestire. Dovrà contrattare praticamente con l’opposizione, che gli ha già dichiarato guerra. E con gli avversari interni. Passata la burrasca dell’emergenza nazio . nale per difendere il risultato dalla aggressione della destra, le bande interne del chavismo, non tutte felici della candidatura di Maduro, presenteranno il conto. Diosdado Cabello – ex militare, potente presidente del Parlamento e referente politico della classe di nuovi ricchi cresciuti all’ombra della rivoluzione – ha già iniziato. Mezz’ora dopo la proclamazione del voto ha scritto sul suo account Twitter: dobbiamo chiederci perché le classi popolari scelgono in parte di votare per i loro sfruttatori. Difficile dirlo più esplicitamente. La linea politica va rivista, così si rischia di perdere, chiedono lui e i militari radicali a lui fedeli. Cabello non è un avversario da poco per Maduro. Ha unatruppa di miliardari e, soprattutto, di ufficiali di rango, a disposizione. Ed ha molto carisma, una grande capacità di comunicazione politica e un enorme potere personale. Chavez, che non lo amava, non è mai riuscito ad allontanarlo completamente. Nel preferirgli Maduro come successore ha compiuto una chiara scelta di linea per il futuro della sua rivoluzione: non consegnare il Venezuela nelle mani dei soli militari. Maduro è un civile e ha posizione politiche molto meno radicali di Cabello. Ed è caro ai cubani, a differenza di Cabello che non ha ottimi rapporti all’Avana.

I prossimi giorni saranno quelli dell’unità chavista contro l’offensiva di Capriles, che dispone di falangi armate capaci di creare grossa tensione a Caracas. Ma, superata l’emergenza, arriverà l’ora dei lunghi coltelli dentro il chavismo. Con l’inflazione al galoppo, il cambio del dollaro di contrabbando al quadruplo del valore del cambio ufficiale e un debito gigantesco che i barili di petrolio non riescono a saldare, non sarà una passeggiata.

Annunci

Informazioni su silvioferremi

Giornalista - Blogger - Educatore Professionale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15 aprile 2013 da in Storie con tag , , , , , .

Seguici su:


Inserisci il tuo indirizzo mail per seguire questo blog e ricevere notifiche sui nuovi post.

Segui assieme ad altri 117 follower

siti
In classifica

Partner

Blog Stats

  • 26.780 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: