DREAMERS AT WORK

Storie di passione, amore, coraggio e talento. Una fotografia dei valori e dei sentimenti dei sognatori di oggi. Uno sguardo curioso e aperto, al di là di preconcetti e luoghi comuni…

Anatema del Papa contro la «dea tangente»: «La corruzione toglie la dignità»

20131109-110403.jpgAnatema di papa Francesco contro la «dea tangente». La corruzione, denuncia il Pontefice, «toglie dignità. E questo è un peccato grave». Queste le parole pronunciate da Bergoglio durante la quotidiana messa nella Casa Santa Marta , nella quale il Papa prega per i tanti giovani che ricevono il «pane sporco» vale a dire i guadagni frutto di tangente e corruzione. «Perché si incomincia forse con una piccola bustarella – dice ancora Bergoglio – ma è come la droga, eh».

L’OMELIA – «Forse oggi – dice il Pontefice nel corso dell’omelia – ci farà bene pregare per tanti bambini e ragazzi che ricevono dai loro genitori pane sporco: anche questi sono affamati, sono affamati di dignità! Pregare perché il Signore cambi il cuore di questi devoti della dea tangente e se ne accorgano che la dignità viene dal lavoro degno, dal lavoro onesto, dal lavoro di ogni giorno e non da queste strade più facili che alla fine ti tolgono tutto».

L’ESEMPIO DELL’AMMINISTRATORE – Il Papa per spiegare il suo messaggio ricorre al personaggio evangelico dell’amministratore disonesto: «L’abitudine della tangente è un’abitudine mondana e fortemente peccatrice. È un’abitudine che non viene da Dio», dice il Pontefice. «Dio – ha ricordato – ci ha comandato di portare il pane a casa col nostro lavoro onesto! E quest’uomo, amministratore, lo portava, ma come? Dava da mangiare ai suoi figli pane sporco! E i suoi figli, forse educati in collegi costosi, forse cresciuti in ambienti colti, avevano ricevuto dal loro papà come pasto sporcizia, perché il loro papà, portando pane sporco a casa, aveva perso la dignità!».

«FURBIZIA CRISTIANA» – Un altro concetto affrontato dal Papa è quello della «furbizia». «Nella parabola – dice Bergoglio- il padrone loda l’amministratore disonesto per la sua furbizia». «Ma – ha aggiunto – se c’è una `furbizia mondana´ c’è anche una furbizia cristiana, di fare le cose un po’ svelte, non con lo spirito del mondo», ma onestamente.

«NON TUTTI SONO COSì» – Il Papa mette in guardia però dalle generalizzazioni. «Attenzione – ci tiene a sottolineare il Papa – gli amministratori non sono tutti così. «Qualcuno di voi potrà dire: `Ma, questo uomo ha fatto quello che fanno tutti!´. Ma tutti, no! Alcuni amministratori, amministratori di aziende, amministratori pubblici; alcuni amministratori del Governo…». Per il Papa infatti «forse non sono tanti» i corrotti; anche se il fenomeno è diffuso e in fondo abbastanza accettato socialmente». Infatti, ha osservato Francesco, «è un po’ quell’atteggiamento della strada più breve, più comoda per guadagnarsi la vita».

Annunci

Informazioni su silvioferremi

Giornalista - Blogger - Educatore Professionale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 novembre 2013 da in Storie con tag , , , , .

Seguici su:


Inserisci il tuo indirizzo mail per seguire questo blog e ricevere notifiche sui nuovi post.

Segui assieme ad altri 117 follower

siti
In classifica

Partner

Blog Stats

  • 26.719 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: