DREAMERS AT WORK

Storie di passione, amore, coraggio e talento. Una fotografia dei valori e dei sentimenti dei sognatori di oggi. Uno sguardo curioso e aperto, al di là di preconcetti e luoghi comuni…

Reddito minimo adeguato

images“Reddito minimo adeguato per una vita dignitosa, ma anche un salario minimo orario per una vita dignitosa potrebbero stare sul tavolo del dibattito pubblico italiano, lo auspichiamo per i milioni di lavoratori poveri, disoccupati, esodati, inoccupati italiani.

Roma, 2 aprile 2014 – In riferimento alle decisioni del governo tedesco, che ha approvato un disegno di legge che introdurrà in Germania un salario minimo da euro 8,50 l’ora, e all’aumento drammatico della disoccupazione in Italia, Nicoletta Teodosi, Presidente del CILAP – Collegamento Italiano di Lotta alla Povertà – sezione nazionale di EAPN European Anti Poverty Network – ha dichiarato: “I paesi più ricchi in Europa sono quelli del nord, anche perché hanno adottato politiche e strumenti che non riducono sulla soglia della povertà le famiglie e i lavoratori. In testa Lussemburgo, Danimarca e Svezia. Ora anche la Germania, con il governo di Angela Merkel, mette un limite sotto il quale il salario minimo orario non può scendere: euro 8,50 e a beneficarne saranno i lavoratori dei lander dell’est, notoriamente meno ricco delle regioni dell’ovest. Reddito minimo adeguato per una vita dignitosa, ma anche un salario minimo orario per una vita dignitosa potrebbero stare sul tavolo del dibattito pubblico italiano, lo auspichiamo per i milioni di lavoratori poveri, disoccupati, esodati, inoccupati italiani. Parlarne è d’obbligo, trovare la soluzione un dovere. Soprattutto alla luce degli ultimi tragici dati sulla disoccupazione in aumento, soprattutto quella giovanile. Al governo italiano chiediamo di intervenire con urgenza con provvedimenti a favore dei disoccupati, dei giovani senza lavoro, di chi ha perso il lavoro, e anche di chi ha un salario troppo basso, indegno. Il CILAP ritiene che è più urgente un provvedimento per un reddito minimo adeguato che può dare dignità a persone che vivono una situazione di estrema marginalità, esclusione e povertà, fino alla miseria. Per questo da tempo stiamo lavorando con il progetto europeo  EMIN – European Minimun Income Network. In autunno realizzeremo una conferenza internazionale per chiedere una Direttiva o Regolamento alla nuova Commissione Europea”.

 

Annunci

Informazioni su silvioferremi

Giornalista - Blogger - Educatore Professionale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 aprile 2014 da in Storie con tag , , , , .

Seguici su:


Inserisci il tuo indirizzo mail per seguire questo blog e ricevere notifiche sui nuovi post.

Segui assieme ad altri 117 follower

siti
In classifica

Partner

Blog Stats

  • 26.780 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: